Il Piccolo Principe tra le stelle del planetario

Forse questo post apparirà un po’ meno in linea con gli argomenti soliti di cui parlo.

Ma se il mio obiettivo è esplorare la vita culturale di Bari nel suo senso più generale, be’, occuparsi dei bambini non è certo secondario. Anzi, i bambini invitati a conoscere, a esplorare, a incuriosirsi sono i futuri adulti di cui abbiamo bisogno. E devo dire che Bari è ricchissima di iniziative per l’infanzia, iniziative di ogni genere, siano esse sportive, ludiche, culturali, ricreative ecc.

Sabato 16 gennaio ho assistito allo spettacolo “Il Piccolo Principe tra le stelle del planetario” nella suggestiva cornice, appunto, del planetario Sky-Skan di Bari.

Si è trattato di uno spettacolo di teatro-scienza, una rappresentazione –quindi- che univa alla narrazione della storia una importante componente didattica.

Scritto da Gianluigi Belsito e Pierluigi Catizone, lo spettacolo è stato realizzato grazie all’unione di forze tra la compagnia “Il teatro del viaggio” e il Planetario Sky-Skan.

Seguendo la trama del capolavoro di Saint-Exupery, i bambini osservavano il Piccolo Principe nel suo passaggio da un pianeta all’altro, nei suoi incontri con strampalati personaggi che altro non sono se non l’allegoria dell’uomo moderno. Allo stesso tempo, l’occasione era utile al narratore per parlare della struttura dell’universo, delle galassie, del sistema solare, ecc.

Le proiezioni sulle nostre teste erano davvero suggestive, i bambini rapiti dal racconto e dall’osservazione dell’universo.

Lo spettacolo è stato assolutamente coinvolgente anche per gli adulti, oltre che didatticamente molto valido, snello e diretto.

Unica pecca, a mio avviso: per il futuro, non pubblicizzerei l’evento come adatto a bambini a partire dai 4 anni. Fermo restando tutto quello che ho appena detto, lo spettacolo andrebbe destinato ad una fascia d’età che parte come minimo dai 6 anni.

Per il resto, tutto perfetto. Auspico, anzi, che iniziative così si ripetano sempre più spesso ed in tutti gli ambiti della conoscenza.

A partire da metà febbraio, questo spettacolo sarà nuovamente in replica al Planetario. Tutte le info su: https://www.facebook.com/planetarioskyskan/?fref=ts.

Rispondi